L'angolo di Paola

Dott. Paola Sbisà
medico chirurgo, specialista in scienza dell’alimentazione, ha lavorato per anni in reparti Ospedalieri di Medicina generale e  Geriatrica e come medico di medicina generale, acquisendo notevole esperienza  clinica.

La prestazione clinica  dietologica  include:

- Visita medica

- Anamnesi medica ed alimentare

- Valutazione dello stato nutrizionale e rilevazione della misure antropometriche

- Misurazione della massa magra, massa grassa ed idrica con impedenziometria e/o plicometria

-Calcolo del metabolismo basale e del fabbisogno calorico

- Elaborazione di percorso terapeutico:applicazione di strategie terapeutiche e nutrizionali adatte al tipo di patologia individuata e di conseguenza strettamente personalizzate, che possono includere consigli alimentari, diario alimentare, menu personalizzato sulla base delle preferenze alimentari del paziente e terapia farmacologica .

Scarica il CV della dott.sa Sbisà

 

mangiar male

mercoledì 29 gennaio 2014

CIRCOLO ASSICURAZIONI GENERALI – SALONE VII^ PIANO ORE 17.30
Piazza Duca degli Abruzzi, 1 - Ingresso libero

MANGIARE … MANGIAR POCO ... MANGIAR MOLTO… MANGIAR MALE … QUESTO E’ IL PROBLEMA !

Scopri di +

La cucina terapeutica

Un commento da una partecipante:

Cari Amici della LILT bellissima serata con tanti consigli per la salute e degustazioni magnifiche e buonissime! Grazie alla dott.ssa Paola Sbisà e allo chef Manuel Marussich. Abbiamo fatto esperienza di come in un'ora e mezza si possono preparare pietanze salutari e anche molto artistiche per una cena all'insegna del benessere psico-fisico!

Guarda le foto ...

Scopri di +

La cucina terapeutica

Secondo incontro del ciclo “Alimentare la salute” in collaborazione con il Centro Sociale Oncologico con Paola Sbisà, medico e nutrizionista e la partecipazione dello chef Manuel Marussich
 

22 gennaio ore 18.00

presso lo studio della dott.ssa Paola Sbisà via Piccolomini, 3

Scopri di +

Natale in tavola

Trascorrere assieme le Festività di fine anno é un piacere che si esprime principalmente nel ritrovarsi assieme a tavola.
L'abbondanza di cibo ha sempre avuto grosse implicazioni economiche e sociali: la maggiore offerta  rappresenta una alta collocazione sociale.
 
Alla fine del secolo scorso però la cultura del cibo, sicuramente per la sua enorme disponibilità, é cambiata; lo sviluppo economico occidentale ha  fornito a tutti alimenti a buon prezzo ed in grande quantità, quindi il valore dimostrativo della tavola opulenta si é ridotto.
 
La tradizione, tipica del periodo festivo, di scambiarsi doni a base di dolci preconfezionati non é venuta meno ed il nostro peso, faticosamente tenuto sotto controllo, aumenta.

 Come comportarsi? Ecco il miei consigli di nutrizionista e medico: 

Scopri di +

"Lavorare con voi è stata un'esperienza coinvolgente ed emozionante, che mi ha aperto un mondo di cui solo sospettavo l'esistenza. Esistono dunque ancora valori quali la solidarietà ed il rispetto umano !"

Testimonianza di un volontario LILT

Social LILT

Ti informiamo che questo sito utilizza dei cookies necessari al suo corretto funzionamento.  Con riferimento al provvedimento "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie – 8 maggio 2014" (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014), si descrivono in maniera specifica e analitica le caratteristiche e le finalità dei cookie installati su questo sito indicando anche le modalità per selezionare/deselezionare i singoli cookie.