Con grande piacere e orgoglio condividiamo la pubblicazione su una prestigiosa rivista internazionale di una ricerca sul cancro alla mammella svolta dall'Università degli Studi di Trieste. Questo studio, parte di un importante progetto in campo oncologico, è stato supportato anche dalla LILT Trieste attraverso l'assegnazione di una borsa di ricerca intitolata alla scomparsa della Dott.ssa Sabina Delfar.

 

Con la presente ringraziamo da parte della Presidenza e di tutti gli organi collegiali della L.I.L.T Trieste il Prof. Sgarra che ha seguito la dott.ssa Resmini e ci complimentiamo per l'eccellente lavoro svolto.

La dott.ssa Giulia Resmini sta conseguendo il suo PhD in Biochimica a Milano e si appresta a continuare la sua carriera scientifica negli Stati Uniti.
Riportiamo le parole della dott.ssa Resmini perchè sono la testimonianza di come un piccolo sforzo per sostenere i giovani e la ricerca possa tradursi in un grande risultato: ."..... ci tenevo a condividere con Lei e la famiglia della Dott.ssa Delfar la mia “carriera” scientifica perché penso che la borsa di studio che ho ricevuto 4 anni fa a Trieste sia stata parte integrante di un percorso formativo e professionale che è in continua evoluzione. Ringrazio ancora tantissimo Voi, l’associazione LILT ed il mio mentore, Dr. Riccardo Sgarra, per questa grande opportunità; per me è stato un onore portare avanti il progetto in memoria della Dott.ssa Delfar ed un impegno molto sentito. Sono davvero felice ed orgogliosa che oggi abbia portato ad un piccolo, grande traguardo come la pubblicazione di un articolo scientifico su una rivista di impact factor.”

La L.I.L.T. ha tra i suoi obiettivi anche la Ricerca. Se anche tu condividi questo obiettivo puoi sostenerci con una piccola donazione indicando sulla motivazione “ricerca” : l’INTERO importo versato verrà utilizzato per sostenere la ricerca e i giovani ricercatori.
Per l’articolo integrale: CLICCA QUI

"Lavorare con voi è stata un'esperienza coinvolgente ed emozionante, che mi ha aperto un mondo di cui solo sospettavo l'esistenza. Esistono dunque ancora valori quali la solidarietà ed il rispetto umano !"

Testimonianza di un volontario LILT

Social LILT